Come scegliere il pavimento più indicato per la propria abitazione?

Se hai intenzione di progettare una nuova casa, o semplicemente ristrutturarne una già esistente, devi prestare la massima attenzione al pavimento. Questa scelta va ponderata oculatamente poiché, a differenza dell’arredo o delle pareti, non puoi cambiare il pavimento con la stessa facilità.

Al di là delle mode del momento e delle tue preferenze estetiche, devi considerare che il pavimento scelto dovrà durare per molto tempo. Quindi ragiona con la testa, prima ancora che con la pancia. Naturalmente devi considerare una serie di aspetti, come lo stile e l’arredo della tua casa e le peculiari caratteristiche del materiale da usare.

Nei seguenti paragrafi insieme a Friuli Ristrutturazioni esperti di ristrutturazione a Udine le proprietà dei principali pavimenti in commercio, accompagnandoti nella scelta per individuare la soluzione più adeguata alle tue necessità.

Il parquet

Il nostro viaggio tra le pavimentazioni più in voga del momento inizia dal parquet. Ne esistono varie tipologie, ognuna delle quali caratterizzata da peculiarità molto singolari.

Il parquet è molto apprezzato in quanto risulta estremamente versatile, ricreando un’atmosfera intima ed accogliente che si sposa bene con ambienti vintage e classici, ma anche moderni ed eleganti. Il legno è un efficace isolante termico, quindi aiuta a limitare il consumo energetico, e dal punto di vista estetico è molto versatile, poiché si presta bene a diverse personalizzazioni.

Le varie tipologie di parquet

Si possono individuare almeno tre tipologie di parquet: prefinito, massello e laminato.

Il parquet prefinito è la soluzione ideale se disponi di un budget limitato, ma non vuoi rinunciare al calore ed all’eleganza del legno. Questo pavimento solo in parte è formato da legno nobile, al quale viene successivamente incollato lo strato inferiore composto da un supporto in legno di abete o faggio.

La soluzione più pregiata è rappresentata dal parquet in legno massello, le cui doghe sono realizzate al 100% da legno nobile ricavato da diverse essenze di tonalità chiare e scure. Si tratta di una lavorazione piuttosto complessa che richiede un tempo di produzione maggiore, pari a circa 40 giorni. Se lo desideri puoi anche personalizzare la lavorazione, direttamente a casa tua, durante la posa in opera.

Infine il pavimento di parquet laminato ha un’anima in legno ed uno strato superiore formato da una decoro a stampa 3D che riproduce l’effetto legno, successivamente rivestito da uno strato protettivo molto resistente. Da un punto di vista estetico non ha niente da invidiare al parquet in legno massello, ed inoltre risulta più veloce da posare, economico e resistente ai graffi. La manutenzione richiesta è molto ridotta, condizione che riduce notevolmente anche i costi.

Pavimenti vinilici

Tra le soluzioni più pratiche e gettonate del momento ci sono i pavimenti vinilici, composti da pvc. Questo materiale offre una serie di vantaggi tangibili in quanto risulta particolarmente versatile, elastico, resistente ed idrorepellente. È la scelta ideale negli ambienti ad alto calpestio, come ad esempio gli uffici, ma anche nei bagni e nelle cucine poiché è antiscivolo ed antibatterico. La posa risulta pratica e veloce e può essere effettuata anche su pavimentazioni già esistenti grazie al basso spessore.

Ci sono poi i pavimenti vinilici LVT (Luxury Vinyl Tile), composti da un materiale di grande qualità e capace di simulare superfici reali. Gestiscono perfettamente i riflessi della luce e mantengono inalterati i colori nel corso del tempo, garantendo una perfetta resa estetica.

Pavimenti in resina

Nei loft, negli uffici open space ed in generale negli ambienti dallo stile industriale o contemporaneo i pavimenti in resina rappresentano la scelta ideale. La resina è un materiale resistente, estremamente duraturo, impermeabile e capace di assicurare una posa semplice e veloce. Resiste molto bene agli urti accidentali ed ai liquidi ed offre una vasta gamma di personalizzazioni secondo le tue preferenze estetiche.

Pavimenti in marmo

Il marmo rappresenta il materiale elegante per eccellenza, una soluzione di grande pregio che dona raffinatezza ad ogni ambiente. Si tratta tuttavia di una scelta impegnativa, sia da un punto di vista economico che pratico.

Il marmo è un materiale pregiato, quindi il costo è piuttosto elevato. In commercio esistono varie tipologie di marmi, i cui prezzi variano a seconda del pregio. Inoltre richiede una manutenzione continua per offrire ottime prestazioni da un punto di vista estetico. Se hai animali domestici, non è la scelta più indicata. Se però vuoi conferire ai tuoi ambienti uno stile opulento e solenne, il marmo è senza ombra di dubbio il materiale perfetto.

Pavimenti in gres porcellanato

Le imprese edili, in caso di ristrutturazioni, consigliano generalmente il gres porcellanato. Questo materiale è il mix perfetto tra il parquet ed il marmo, garantendo la stessa eleganza e raffinatezza. Il gres, a seconda delle preferenze, può imitare perfettamente diverse superfici naturali come marmo, legno o pietra, ma richiede una manutenzione decisamente meno onerosa ed impegnativa.

In virtù delle sue caratteristiche peculiari, il gres porcellanato si abbina tranquillamente a qualsiasi stanza della casa, coniugando sapientemente estetica, praticità e funzionalità. Risulta infatti facile da pulire e può essere declinato secondo il design preferito con lavorazioni a rilievo e grandi formati. Inoltre non si ricava né dagli alberi né dalle cave, quindi riduce lo sfruttamento intensivo delle materie prime a beneficio dell’ambiente circostante. Una scelta “green” che fa bene anche al tuo portafogli.

Pavimenti in cemento

Il nostro viaggio tra le pavimentazioni domestiche si chiude con il cemento, utilizzato fino a qualche anno fa solo nei cantieri e nell’edilizia. Negli ultimi anni invece ha fatto irruzione prepotentemente anche negli ambienti domestici, calandosi perfettamente nelle abitazioni dal carattere contemporaneo.

È un materiale versatile poiché durevole, resistente agli urti e facile da pulire, caratteristiche essenziali per l’interior design di un’abitazione molto vissuta. Si possono individuare diverse tipologie di cemento: microcemento, stampato o spatolato.

Il microcemento è un rivestimento usato generalmente per rinnovare le vecchie pavimentazioni o crearne di nuove. È uno strato di cemento sottile, di 2 o 3 mm, che si inserisce perfettamente negli spazi interni.

Il pavimento in cemento stampato risulta solido e versatile, ricreando un’estetica personalizzata che imita vari effetti a seconda delle proprie preferenze.

Infine il pavimento in cemento spatolato è composto da una miscela di cementi selezionati, può essere posato su qualsiasi superficie ed è personalizzabile secondo i propri gusti estetici.